Tel. +39 0187 620145  Invia mail

Uso delle acque

Con le opere di ristrutturazione del Canale irriguo di adduzione sono state notevolmente ridotte le perdite d’acqua e con la realizzazione del sistema di telecontrollo e telegestione si è realizzata una più efficiente ed economica gestione della risorsa idrica. In questo modo, in base alla legge Galli (n. 36/94), è stato possibile soddisfare, compatibilmente con l’uso agricolo, anche le esigenze del settore industriale (raffreddamento, lavaggi, processi produttivi, ecc.), della produzione di energia, impiegate a fini turistici, ricreativi, ambientali (oasi acquatiche, laghi, bacini) e igienici (lavaggi fognari).

 

USO AGRICOLO

L’attuale confinazione del Consorzio Lunense discende direttamente dall’impiego generalizzato nel suo territorio dell’irrigazione a scorrimento con alimentazione dal Canale Lunense; il confine pertanto racchiude le zone di fondo valle Magra in sponda sinistra, per un totale di circa 3000 ha, comprese fra il fiume, il Canale suddetto ed il Canale Parmignola, limite di separazione fra le province di La Spezia e Massa.

Direttamente allacciato al Canale Lunense attraverso apposita derivazione è anche l’impianto di Albiano Ceparana, ubicato in sponda destra Magra fra Albiano e la confluenza con il Vara; l’omonimo Consorzio provvede all’esercizio di una rete a scorrimento estesa su 250 ha circa.

In Val di Vara, con presa a Piana Battolla, è ubicato infine un terzo impianto irriguo a scorrimento esteso su circa 180 ha con erogazione lungo le due sponde del fiume, gestito dalla Comunità Montana della Media e Bassa Val di Vara.

Il precario funzionamento degli impianti suddetti, sostanzialmente dovuto alla vetustà ed incompletezza delle reti a pelo libero esistenti, alle forti perdite che in esse si realizzano e all’inadeguatezza dei sistemi di controllo e gestione, ha indotto il Consorzio Lunense ad impostare un programma organico di ristrutturazione di tutta la rete esistente proponendo la realizzazione di nuovi impianti in pressione con erogazione ad aspersione dotati di sistema di telecontrollo e telegestione.

Tale programma, sia per motivi tecnici di organicità sia per motivi amministrativi di economicità di gestione presuppone l’ampliamento dell’attuale perimetro del Consorzio del Canale Lunense ai territori finitimi in parte già serviti dai due impianti sopradescritti.

Il nuovo comprensorio irriguo risulta contenuto in un complesso idrografico esteso su complessivi 22.060 ha, contro i circa 3000 ha attualmente di competenza del Consorzio Lunense (con un incremento di 19.000 ha).

I tre impianti sopraccitati e attualmente in funzione, dominano nominalmente circa 3400 ha irrigabili ma situazioni morfologiche particolari e l’incompletezza delle reti limitano a circa 2650 ha la possibilità della pratica irrigua.

In particolare risultano ancora escluse dall’intervento irriguo numerose “isole” altimetricamente più elevate rispetto al Canale Lunense, alcune zone depresse e quindi paludose ed ampie frange golenali in sponda sinistra Magra, ubicate in prossimità della foce.

La trasformazione dell’impianto con reti ad aspersione e la realizzazione di un sistema di telecontrollo e telecomando, permetteranno una consistente contrazione delle dotazioni irrigue ed un più razionale impiego delle risorse idriche, rendendo possibile un’estensione

dell’irrigazione ai circa 650 ha del Consorzio Lunense non ancora serviti, un ampliamento del perimetro degli impianti a monte del Canale Lunense per circa 900 ha, e in sponda destra Magra per circa 500 ha e un incremento di circa 350 ha alle reti dei due impianti di Albiano Ceparana e di Piana Battolla.

Nell’ambito di tale ristrutturazione verrà anche assicurato l’esercizio della pratica irrigua a circa 100 ha ubicati nella fascia costiera fra il Parmignola e Marina di Massa per i quali è stata già avanzata al Consorzio Lunense formale richiesta di intervento.

L’estensione complessiva del comprensorio irriguo nella nuova delimitazione ampliata ammonterà a complessivi 5127 ha irrigabili contro l’attuale superficie servita di circa 2500 ha.

Per garantire le dotazioni idriche necessarie a soddisfare le esigenze dell’intero comprensorio ed attendere alle prescrizioni impartite dall’Autorità di Bacino in relazione alle grandi derivazioni è intenzione del Consorzio avviare, in collaborazione con A.C.A.M. s.p.a. della Spezia, uno studio per il riutilizzo agricolo e/o industriale delle acque trattate dagli impianti di depurazione esistenti nell’area e gestiti dall’Ente.

Programma che trova particolare interesse nell’estensione dell’irrigazione alla sponda destra del fiume Magra, nella piana di Arcola ed Ameglia.

 

USO INDUSTRIALE

Il comprensorio ha subito in questi ultimi anni una radicale trasformazione; molte delle aree di originaria destinazione agricola sono oggi industriali. Il fabbisogno idrico delle numerose attività (variano dalle segherie di marmo ai piazzali di stoccaggio container) viene soddisfatto da un prelievo incontrollato delle acqua di falda o con l’uso irrazionale di acque potabili.

Una situazione, questa, che non può più essere tollerata in considerazione dello stato della falda minacciata dalla continua risalita del cuneo salino e dalla limitata protezione offerta dallo strato impermeabile che la separa dalle acque di superficie come rilevato anche dal PTC della Provincia della Spezia elaborato ai sensi della legge 36/97 (Paragrafo SALUBRITA’ pag. 5/17 e 8/17).

Un’esigenza che non può essere derogata in considerazione del nuovo decreto legislativo sulla tutela delle acque, predisposto dal Ministero dell’Ambiente che, tra l’altro prevede la creazione di reti “duali”, una di acque potabili e l’altra di acque meno pregiate.

Il Consorzio grazie all’ubicazione del canale principale e all’esistenza di una rete di distribuzione che, con i suoi attuali circa 100 Km. di sviluppo, serve oltre i 2/3 della superficie del comprensorio, può fornire acqua in quantità necessarie alle attività industriali a costi contenuti. La dotazione idrica ad usi industriali richiesta in concessione dal Consorzio è di 2 moduli industriali, corrispondenti a circa 6 milioni di mc/anno.

Attualmente, a seguito della chiusura delle industrie Montedison in provincia di Massa, vengono ceduti circa 0,2 moduli, equivalenti a 0,6 milione di mc./anno, ad alcune attività in Comune di Castelnuovo.

Riuscendo a vendere tutti i 2 moduli ad uso industriale in concessione, il Consorzio potrebbe contare su un introito annuo di almeno 1.000.000,00 € (stima prudenziale).

Nell’attuazione di questo programma risulta fondamentale l’azione dell’Amministrazione Provinciale nell’esercizio delle sue funzioni di autorizzazione e controllo dei prelievi dalla falda e dell’uso delle acque.

Altro in questa categoria: « Le Centrali Idroelettriche

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui Cookie

Cookie

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.
I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali  dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.
Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.
I tipi di cookie che utilizziamo
Cookie indispensabili
Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti.
Performance cookie
Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono  aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.
Cookie di funzionalità
I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.
Come gestire i cookie sul tuo PC
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito,
Google Chrome
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
2. Fai clic sulla scheda 'Roba da smanettoni' , individua la sezione 'Privacy', e seleziona il pulsante "Impostazioni contenuto"
3. Ora seleziona 'Consenti dati locali da impostare'
Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona 'Opzioni Internet', quindi fai clic sulla scheda 'Privacy'
2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.
Mozilla Firefox
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
2. Quindi seleziona l'icona Privacy
3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona 'permetto ai siti l’utilizzo dei cookie'
Safari
1. Fai clic sull'icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Protezione', seleziona l'opzione che dice 'Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità'
3. Fai clic su 'Salva'
Come gestire i cookie su Mac
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:
Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX
1. Fai clic su 'Esplora' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Cookie" nella sezione File Ricezione
3. Seleziona l'opzione 'Non chiedere'
Safari su OSX
1. Fai clic su 'Safari' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Sicurezza' e poi 'Accetta i cookie'
3. Seleziona “Solo dal sito”
Mozilla e Netscape su OSX
1. Fai clic su 'Mozilla' o 'Netscape' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto 'Privacy e sicurezza'
3. Seleziona 'Abilita i cookie solo per il sito di origine'
Opera
1. Fai clic su 'Menu' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona "Impostazioni"
2. Quindi seleziona "Preferenze", seleziona la scheda 'Avanzate'
3. Quindi seleziona l’opzione 'Accetta i cookie "
 
Google Analytics
Questo sito web non utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") .

Contatti

Indirizzo

Via Agostino Paci 2 - 19038 - Sarzana (SP)

Sezione relativa a telefono e posta elettronica, come indicato dall'art. 13 c.1 lett. d del D.lgs 33/2013

Tel: +39 0187 620145

Email: info@canalelunense.it

PEC: canale-lunense@legalmail.it

Ufficio Protocollo: info@canalelunense.it

Ufficio Amministrazione: amministrazione@canalelunense.it

Presidente: presidente@canalelunense.it

Direttore: direttore@canalelunense.it